News

« Torna a Notizie

TC Group presenta il primo Report BIG DATA sul Comportamento del Consumatore

Il traffico medio incrementó di 3,9% a Madrid e del 7,8% a Barcellona. Il 35% dei clienti che entrano in un negozio, finisce col comprare. Costa uguale ottenere un cliente in Paseo de Gracia a Barcellona che nell’Av. Maisonnave di Alicante.

Le piattaforme di commercio elettronico, la possibilitá di comprare attraverso applicaioni disponibili sui telefoni cellulare e altre tecnologie hanno provocato un cambio strutturale nel settore del retail che provoca un innalzamento esagerato della domanda nelle “ubicazioni adeguate”.

Con questa ipotesi come punto di partenza e servendosi dei dati raccolti dai piú di 6.000 sensori installati dentro e fuori gli stabilimenti commerciali spagnoli, l’impresa TC Group Solutions ha eleborato questo studio BIG DATA sul comportamento del consumatore nelle strade commericali durante il 2015, che permette di conoscere il valore medio del traffico pedonale e altri indicatori come il costo per cliente potenziale, il tasso di attrazione e quello di conversione, per calcolare la redditivitá nelle strade e nei locali commerciali in concreto. Per ultimo, all’interno di questo studio é stato dedicato un capitolo specifico all’analisi del comportamento del consumatore nel settore della moda.

Il Dr. Carlos Torrecillas, professore Titolare del Dipartimento di Direzione Marketing presso ESADE fu l’autore del prologo allo studio che ha dato il benvenuto il giorno della presentazione. Con la sua conferenza intitolata Dai rabdomanti agli ultrasuoni”ha dato prestigio a questo studio, argomentando che “i cercatori d’acqua si sono professionalizzati grazie a TC Group che, con i suio sitemi di BIG DATA, che leggono a combinano milioni di dati porvenienti da distinte fonti quali il traffico pedonale, i prezzi d’affitto dei locali commerciali, le entrate dei clienti nei negozi e gli scontrini delle vendite, ci offre dati reali, un gps, di ció che succede nelle strade commerciali spagnole, un’informazione – ha detto – che fin’ora era inesistente e che per tanto era paragonabile alla ricerca dell’acqua da parte dei rabdomanti”.

A continuazione, il fondatore CEO di TC Group Solutions, Álvaro Angulo, ha segnalato l’obbiettivo generale dello studio nel poter “offrire una radiografia reale del comportamento del traffico pedonale nelle strade commerciali spagnole, facendole diventare informazioni utili alla gestione delle ubicazioni commerciali piú favorevoli in funzione alla redditivitá, settore d’attivitá o marca commerciale”.

A sua volta, Marta Fernández Melgarejo, direttrice marketing di TC Group Solutions, ha presentato i risultati dello studio che sono stati divisi in quattro capitoli, per mostrare le informazione che una buona gestione de Big Data puó generare.

Il primo capitolo raccoglie i dati sul comportamento del traffico pedonale nelle strade commerciali spagnole nel 2015 rispetta al 2014, sottolineando un chiara differenza tra Madrid e Barcellona. Mentre nella capitale il traffico ebbe un incremento durante l’anno, grazie specialmente ai buoni risultati del primo trimestre, a Barcellona il traffico medio diario fu, ogni mese, inferiore all’esercizio anteriore. Nella totalitá dell’anno, il traffico medio salí di un 3,9% a Madrid e scese del 7,8% a Barcellona. Nella capitale, il traffico cominció l’anno con tre rilanci del doppio delle cifre da Genniao a Marzo. Da Luglio ad Ottobre, la media pedonale a Madrid du bassa, per tornare ad aumentare a novembre e dicembre.

Il miglior mese di Madrid fu dicembre, quando le strade commerciali della capitale conatrono una media diaria di 5.673 transitati. A Barcellona fu Maggio, con 6.031 pedoni. La settimana con il maggior traffico pedonale a Madrid fu precisamente la ultima dell’anno bisestile (numero 53) con una media di 6.396 pedoni diari nelle strade commerciali della cittá. A barcellona fu la settimana di Sant Jordi, patrono della Catalunya (23 di Aprile), con una media di 6.486 pedoni, In entrambe le cittá il minor traffico si concetró nella settimana d’agosto.

Il mercoledí 30 Dicembre fu il girono con il maggior traffico a Madrid nel 2015, con 7.761 pedoni di media nelle strade commerciali della cittá; a Barcellona, il record tornó ad essere Giovedí 23 d’Aprile, festivitá di Sant Jordi, con 8.896 pedoni di media nelle principali strade commerciali della cittá catalana, anche se scese del 5,9% rispetto all’anno  precedente.

Nei giorni meno attivi delle vie commerciali di Madrid e Barcellona il traffico si posizionó sotto i 2.500 pedoni. Nella capitale, il traffico piú basso venne registrato Domenica 16 Agosto, con 2.471 pedoni, mentre a Barcellona il minimo si registró la Domanica 1 Febbraio, con 2.478 pedoni.

Il “Rapporto BIG DATA sul Comportamento del Consumatore 2015” ha dato modo di conoscere anche i risultati del traffico pedonale raggruppandoli (Grupo II del Rapporto) secondo le cinque metropoli regionali da 300.000 ad un milioni di abitanti: Valencia, Sevilla, Bilbao, Zaragoza e Málaga. Questo gruppo ha visto scendere il traffico pedonale nel 2015 di un 2%.

Le cittá classificate nel Gruppo III (cittá tra 200.000 e 300.000 abitanti: La Coruña, Vigo, Oviedo, Santander, San Sebastián, Pamplona, Valladolid, Salamanca, Alicante, Murcia, Córdoba, Cádiz, Granada, Palma de Mallorca, Tenerife e Las Palmas) ridussero di un 7,1% il proprio traffico pedonale rispetto al 2014, fino ad una media di 3.479 persone al giorno nelle strade commerciali. L’evoluzione di queste cittá fu negativa in tutti i mesi, anche se la caduta venne contenuta grazie ai mesi successivi di esercizio, che caddero solo del’2,2% in Novembre o del 1,7% in Dicembre.

COSTO PER CLIENTE POTENZIALE

Il costo potenziale per cliente é un dato che permette a una marca o a una catena di retail di identificare la redditivitá di una determinata zona o locale della Gran Vía Madrileña, il costo per cliente potenziale si stanzió nel 2015 a 3,5 centisimi di euro, tenendo conto del tasso medio dei pedoni (16.766 persone al giorno) e di un affito di riferimento di 220 euro al mese per metro quadrato.

Al contratrio sul Paseo de Gracia, una delle principali strade commerciali di Barcellona, il costo per cliente potenziale scese nel 2015 di 2,6 centesimi di euro, tenendo conto di un affito medio di 230 euro euro per metro quadrato nei locali della via barcellonese e del numero di pedoni che passa ogni giorno davanti degli stessi: una media di 23.442 transitanti.

TASSO DI ATTRAZIONE

Il secondo capitolo dell’informe analizza l’intenzione d’acquisto del consumatore, un indicatore che la compagnia definisce come il tasso di attrazione calcolato tramite il traffico pedonale che circola di fronfu mae ad un locale commercaile e il numero di persone che effettivamente entrano nel negozio.

Mentre le strade commerciali di Barcellona ridussero nel 2015 il numero di pedoni rispetto al 2014, la capaciá di attrazione dei negozi fu relativamente maggiore. Il tasso di attrazione nella capitale catalana arrivó ad una media annuale di 18,6% a confronto del 17,1% dell’anno precedente.

A Madrid, al contrario, el traffico crebbe peró il tasso dei pedoni che entrarono nei negozi scese da 17,3% di media nel 2014 al 9,5% nel 2015. Gennaio a Madrid fu il mese con il maggior tasso di attrazione, con un 14,1% del totale dei pedoni, nonostante scese rispetto al 14,5% del tasso di attrazione dell’anno precedente. Nelle strade commerciali di Barcellona, il maggior tasso di attrazione, di 24,8% dei traffico totale, si ottenne in Luglio.

Il tasso di conversione, che misura il tasso di visitatori di uno stabilimento che finirono col realizzare un acquisto, si situó al 41,68% nel mese di Febbraio 2015 a Barcellona. Al contrario il periodo da Luglio a Settembre accusó il peggior tasso di conversione della cittá catalana, con rispettivamente un 29,41%, un 29,86% e un 28,19%. In Novembre e Dicembre, la percentuale dei clienti nelle strade commerciali di Barcellona che realizzarono un acquisto non superó il 35%, mentre nello stesso periodo dell’anno passato superarono il 40%. A Madrid, invece, il picco massimo in termine di conversione si registró al termine di Dicembre, quando il tasso dei compratori si situó al 41,97% dei clienti. Nella capitale, Maggio notó il tasso di conversione piú basso del 2015, ocn un 30,46%.

In conclusione, i negozi di Barcellona sono attrattivi per i pedoni, peró quelli di Madrid ne convertono di piú in clienti.

TASSO DI CONVERSIONE

Settore Moda

TC Group ha destinato l’ultimo capitolo dello studio all’analisi del comportamento del consumatore per i brand del settore moda e accessori nelle diverse metropoli.

Perció, A Madrid, la quantitá dei pedoni che si sentirono sedotti da uno stabilimento commerciale specializzato nella vendita di articoli di moda du nel 2015 al ribasso ripetto all’anno precendente. Per mesi, la capitale spagnola mantenne un ritmo stabile al di sotto del 12% nel tasso di attrazione, registrando il miglior risultato in Gennaio (11,6%) e il peggiore in Aprile (6,9%).

A Barcellona, al contrario, la qunatitá di persone che passarono davanti a un commercio di moda e vi entrarono aumentó rispetto al 2014. La cittá registró vari picchi durante l’anno, specialmente in Aprile (46,2%), Giugno (38,8%) e Luglio (43,9%). Il mese con maggior differenza rispetto  al 2014 fu Settembre, con un tasso di attrazione che duplicó quello dell’anno anteriore.

Queste sono alcune delle conclusione che é possibile estrarre dal primo Rapporto BIG DATA sul Comportamento del Consumatore elaborato da TC Group Solutions a partire dai milioni di dati raccolti dai piú di 6.000 sensori contapersone installati nelle strade commerciali spagnole, combinati con le migliaia di entrate dei clienti che sono state registrate nei punti venditapresenti, le transazioni que si realizzano diariamente e i dati pubblicati dei prezzi d’affito dei locali.

Di piú riguardo TC Group Solutions

Nata come T-Cuento Soluciones nel 2007, oggi TC Group Solutions é leader nello sviluppo di tutti i tipi di soluzioni per raccogliere, maneggiare, trattare ed analizzare i BIG DATA che interagiscono e che sono presenti negli stabilimenti commerciali.

Dopo l'entrata a Parigi nel 2011, TC Group Solutions unisce nel 2015 due nuove societá al gruppo: T-Cuento Italia a Milano eData Retail a Bogotá.

Oggi, TC Group Solutions é presente in piú di 20 paesi di quattro continenti, con piú si 10.000 sensori installati, direttamente dall'impresa o tramite distributori di esclusiva confidenza.